Vocazione e scuola – Gioventù Opina

In generale, c'è stato il ruolo principale della scuola nel
determinazione della vocazione degli studenti che il sistema ha
istruzione. In compagnia di questo processo di selezione, altro
aspetti di grande importanza come la società, la cultura e
famiglia. E, assertivamente, sono tutti fondamentali nello sviluppo del nostro
competenze, infatti, le aree sopra menzionate sono ciò che realmente prepara il
bambino, assicurandogli che ha un piacevole supporto professionale per il suo
aspirazioni e interessi.

Apparentemente, la scuola ha sempre avuto questo obiettivo, ma allo stesso tempo
il momento è stato ignorante della sua condizione, lasciando passare molti studenti,
chi può contare sulla formazione accademica e disciplinare, ma non con una formazione professionale. Soprattutto
cose, anche l'istituzione scolastica non ha saputo come sfruttare le proprie
potenziale, nella capacità di fornire un ampio catalogo di opzioni
attirare lo studente all'incontro della sua vocazione e delle sue potenzialità.

In modo che il sistema educativo non possa fare a meno del suo
responsabilità, e trasmetterlo agli altri
aree, come quelle familiari o sociali; l'impegno verso
le nuove generazioni devono nascere dal dovere condiviso di assistere coloro che se lo meritano, di questo
in questo modo non centralizziamo la scuola come una sostituzione, ma piuttosto
Allo stesso tempo, sia i cittadini che lo Stato, danno il loro contributo e aiuto a
i giovani diventano cittadini utili

Mentre ci sono aspirazioni che sorgono innate con i bambini,
queste stesse sono fragili vocazioni, di poca maturità e scarsa formazione;
sempre accanto al processo di educazione accademica, ci deve essere un
assistenza costante, non solo
diversificare le attività selezionate dai bambini, ma anche
diventare una revisione costante che educa il bambino in modo che in che cosa
sviluppare professionalmente, creare leadership nelle vostre attività e il cento
percentuale delle tue possibilità e delle tue conoscenze.

Se studiamo a fondo il
situazione professionale attuale degli studenti, vedremo che c'è attualmente
una vocazione orfana Una vocazione che nasce dal bisogno e non dal
interessi individuali di ogni persona. Recentemente, stavo chiacchierando con un gruppo
studenti di una scuola superiore della mia città, e ho visto la durezza della situazione e dei volti
di un giovane senza pari opportunità e che deve semplicemente scegliere
tra due opzioni, sopravvivere o ristagnare. Per concludere, il mondo intero, non dovrebbe
semplificare l'aspetto professionale; questo è un universo integrale, in cui
anche lo stato partecipa protagonicamente,
quando capiremo questo, diventeremo finalmente una società educante, una società con la quale tutti sogniamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *